TRAIETTORIA

L’Istituto di Ricerca Biologica Biocell Ultravital™ in Francia, nel suo tentativo di aumentare la speranza e la qualità della vita degli esseri umani, ha dedicato decenni alla ricerca e lo sviluppo di trattamenti e prodotti bio-cellulari basati su composti. Queste terapie, che sono state oggetto di discussione nel passato, sono state accetate con grande supporto grazie alla loro efficacia terapeudica, generando grande interesse nei circoli medici e scientifici del mondo.

In Svizzera, il 2004 è stato un anno importante, poiché è servito a consolidare tutte le ricerche relative al tema, quando Anita Holler, una scienziata che collabora con il dipartimento della sanità pubblica svizzera, dichiarò al quotidiano The Scientist, “Noi siamo molto soddisfatti che la legge sulle cellule staminali embrioniche sia stata approvata; rappresenta un riconoscimento positivo per la Svizzera come centro scientifico, un paese con un lungo passato scientifico nella ricerca sulle cellule per scopi terapeudici” e che risponde in modo opportuno all’incredulità e all’attitudine reticente del passato, quando una gran parte della comunità scientifica sapeva che era qui che è nata la ricerca sulle cellule.

Per l’Istituto di Ricerca Biologica Biocell Ultravital™, questa nuova legge rappresernta una sorta  di legittimizzazione di tutti gli sforzi compiuti in oltre 70 anni ed il riconoscimento di centinaia di migliaia di altri scienziati in tutto il mondo.

Evidenziamo questo fatto non con l’idea egotistica di ottenere più credenziali per noi stessi, ma non nascondiamo la nostra soddisfazione riguardo alla buona notizia che rappresenta per tutti quanti.

È davvero soddisfacente condividere la chiarezza scientifica nel nostro tempo.

Siamo particolarmente grati che l’ultima relazione dell’Organizzazione sulla Sanità Mondiale (W.H.O.) definisca le terapie cellulari come medicina alternativa. Con tutto il dovuto rispetto, non c’è dubbio che la ricerca presente nei nostri sviluppi scientifici, evidenziata nei nostri prodotti, non debba essere considerate solamente come un’altra alternativa, sebbene si presti fedelmente all’obiettivo terapeudico.

Siamo lieti di apprendere che il Dott. William Haseltine, tra il 2000 ed il 2004 quando era il presidente delle Scienze del Genoma Umano negli Stati Uniti, ha coniato la frase “Siamo nell’era della medicina rigenerativa”, un termine che negli ultimi 40 anni è stato il sigillo della nostra ricerca per lo sviluppo di indagini cliniche.

Sono dovuti trascorrere parecchi decenni affinché gli studiosi e i seguaci della medicina sintetica convenzionale accettassero il suo effetto terapeudico limitato, dovuto al rapporto tra dose e reazione. La terapia farmacologica continua a provare a curare le malattie solamente in base a sintomi evidenti, dimenticando che la  maggioranza di queste patologie scaturiscono da sequenze pre-esistenti e microscopiche, che noi a Biocell Ultravital chiamiamo disordini cellulari di tipo 1, 2 e 3. Solo come riferimento, segnaliamo il fondamento scientifico che il due volte vincitore del Premio Nobel Dott. Linus Pauling ha avuto riguardo al tema quando parlò di malattie moleculari, implicando che quasi tutte le malattie dei tessuti sono dovute al danneggiamento strutturale delle cellule.

Questa fu un’analisi discussa nel passato, e che oggi riceve più valore e che consente a questo scienziato eminente di esprimere le sue idee usando un linguaggio e dei temini facili da capire nel suo affermatissimo libro intitolato Come Vivere più a Lungo e Sentirsi Meglio. Forse è una concidenza, ma questo titolo corrisponde alla nostra descrizione scientifica per qualificare l’azione terapeudica dei nostri prodotti quali “Trattamenti Cellulari per Vivere più a Lungo e Sentirsi Meglio”, il nostro modo di pensare fin dal 1977 e che siamo adesso grati di poter condividere.

Biocell Ultravital celebra a tempo debito i cambiamenti positivi che hanno luogo nei diversi settori sanitari, particolarmente nella medicina di prevenzione, e l’alto grado di consenso dei nuovi trattamenti anticonvenzionali in tutto il mondo, soprattutto nell’America settentrionale.

Finalmente siamo orgogliosi di poter impugnare l’eredità del Dott. Escardo resuscitando il suo motto scientifico:

“C’è sempre una medicina sola ed è quella che cura”.

Quest’importante recensione storica serve come mezzo per informare la comunità medica internazionale sull’incorporazione nelle formule dei nostri prodotti di nuovi principi attivi biologici che sono i precursori delle cellule staminali derivanti da estratti embrionici, in modo da promuovere i suoi effetti terapeudici, e che adesso fanno parte della nuova gamma della seconda e terza generazione di trattamenti per rivitalizzare, rigenerare e riparare le funzioni cellulari, consolidando la nuova era della medicina di prevenzione e rigenerativi.

Forse il gene dell’immortalità sarà scoperto da nuove generazioni di scienziati che devono ancora nascere. Il presente è molto promettente, perché l’energia di questo meraviglioso dono che è la vita potrà col tempo essere adeguatamente preservato e prolungato a vantaggio del genere umano.

Questa è la nostra missione.

© 2018 Biocell Ultravital. Privacy
Like Us on Facebook Follow Us on Twitter